Qualche settimana fa leggevo una rivista al bar mentre aspettavo due miei amici per far colazione insieme. Fra un articolo di moda e un altro mi ha colpito tantissimo un intermezzo scientifico/medico che annunciava, secondo un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità – OMS che nel 2020 la seconda causa di morte e disabilità sarà la depressione.

E’ da quel giorno che penso a questa cosa tristissima e a come prevenirla. Non mi è mai successo di svegliarmi la mattina e non volermi alzare dal letto non trovando una ragione plausibile per farlo ( a parte il bello di stare nel letto). Le soluzioni e la prevenzione importante la lascio a psicologi e psichiatri mentre io posso limitarvi a condividere qui i miei pensieri e i miei mantra, cercando di trasmettere il più possibile il Pollyanna pensiero “trovare qualcosa di buono in tutte le cose”.

Difficile però.
Sono anni che mi ripeto che “E’ meglio fare e poi pentirsi che pentirsi di non aver fatto”. E’ una spinta positiva a buttarsi nel nuovo che ci si prospetta, anche se offuscatamente. Ci sono occasioni che sai di perdere se non cogli subito, e questo concetto è plausibile ad ogni età. Dall’adolescente che deve dire al compagno di scuola che è pazza di lui, al cambiare corso di laurea all’università, al non saltare una scadenza di una job application per chissà quale esotico posto di lavoro, a cose ancora più banali tipo accettare un invito a cena o decidere di acquistare il biglietto di un concerto che sarà in una data troppo futura per pianificare.

La mia amatissima prof. americana, che mi ha permesso di vivere un’esperienza fantastica di cui parlerò, qualche giorno prima del mio matrimonio, durante una cena bolognese all’aperto, mi ha detto che noi occidentali siamo spaventati e sconvolti dal cambiamento, mentre in Asia e in generale nel Sud del mondo la cultura dominante è basata sul concetto di cambiamento: la staticità non convine insomma. Di fronte alla paura di affrontare un cambiamento qualsiasi penso a questo concetto e alle bellissime parole della canzone “Todo Cambia” dell’argentina Mercedes Sosa

Advertisements