Search

Happily Surviving

blog di ricordi, felicità & silly things

Category

Happiness

Life Lately

IMG-6707

Ci sono.

Non scrivo, ma questo non vuol dire che io non pensi di farlo. ogni giorno.

Quindi oggi scrivo.

Sono in attesa di una telefonata e nel mentre faccio quello che voglio. Mi mancate. Mi manca il blog. Mi sono disabituata a guardare le statistiche delle visualizzazioni per gasarmi. E’ un anno impegnativo, non brutto perchè va tutto bene, ma non è un anno rilassante. Scrivere sul blog più spesso mi farebbe bene e mi toglierebbe un po’ di tick da stress che ogni tanto ho. Non vi pulsa mai un occhio? A me si.

Mi mancate, ma ora che son qui non so cosa dire.

Ammesso che vi interessi, vi racconto cosa è successo o cosa non è successo?

Principalmente è successo che sono entrata nel tunnel di fare solo quello che devo fare e rinunciare al piacere di trovare tempo per quello che mi piace fare. Scrivere, nuotare, fare yoga, uscire, guardare film, leggere libri, viaggiare, fare foto, pensare al blog e divertirmi sono entrati in stand-by e vorrei che pian piano riprendessero.

Abbiamo restaurato casa, abbiamo fatto sacrifici in tutti i sensi, abbiamo fatto scatoloni, abbiamo traslocato in pieno agosto, disfatto scatoloni, montato mobili. Ho lavorato molto e tuttora sto lavorando molto. Non per quanto riguarda le ore, ma per i pensieri e le idee che continuano a uscire ad ogni ora. A volte le dimentico le idee e passo giorni a provare a ricordarle. Il resto del tempo è dedicato a Giulio e Bianca che più crescono, meno dormono e più richiedono. Ed è giusto dargli, lo so. Ma mi esauriscono. In tutti i sensi. Una cosa che faccio, anche per loro, seppur indiretta, è quella di progettare la loro scuola e pensare alla scuola in generale. E’ un modo intangibile di esserci, ma ci sono eccome.Mi ha appassionata e mi porta via tempo. E’ una di quelle cose a metà fra il dovere e il piacere. Mio marito ha cambiato lavoro, fa maratone e allenamenti continui e non sempre mi va a genio questo impegno. Ma mi ripeto che è necessario lasciarsi liberi di fare quello che ci piace per poi raccontarcele con entusiasmo (se troviamo il tempo).

Poi è successo che la mia più cara amica in assoluto abbia avuto bisogno di me. O che io abbia pensato potesse avere bisogno di me. E ci sono stata, tutte le volte che ho potuto, che non erano però tutte le volte che avrei voluto. Il giorno del mio 39° compleanno ero dove volevo essere. Anche se non vorrei vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo, vorrei certamente viverlo come se fosse unico. E in questa unicità vedo vicino, fisicamente o col pensiero, le persone che adoro.

Ho avuto tante soddisfazioni in questo periodo che mi hanno riportato con i piedi per terra. Mi sono chiesta molte volte se sono felice o se verranno tempi migliori. Questo avrebbe giustificato anche l’assenza su un blog che parla di felicità. In realtà più la mia vita è frenetica e più io sono felice. E dovrei interrogarmi su questo.
Ho sempre odiato la solitudine e la scaccio.

Quindi, per chi avrà voglia di leggermi, tornerò presto.

Nel frattempo vi lascio con un po’ di foto di noi negli ultimi mesi di vita semplice.

NOTA A MARGINE:
Questo post l’ho scritto il 25 novembre e non l’ho ancora pubblicato perchè son stata pigra a cercare foto. Quindi accontentatevi di quella in copertina che su IG ho intitolato: “Teniamoci stretti che soffia forte il vento” e quando parlo di vento non mi riferisco solo a una condizione climatica. 

 

 

Per non dimenticare: Bianca ha un anno

IMG_9760

Bianca ha compiuto un anno il 24 marzo. Di Sabato. Eravamo tutti a casa a festeggiarla. La mattina era sorridente, il pomeriggio distrutta con 39 di febbre….ed è così che alle 17.18 orario in cui veramente è nata, io la tenevo stretta stretta a me a cullarla e a baciarla come un anno fa. Tutto succede per un motivo, e la sua influenza è arrivata in tempo per colmare la mia grande malinconia di vederla crescere.

Continue reading “Per non dimenticare: Bianca ha un anno”

Inverno in Val di Sole con i bambini: la meraviglia

IMG_3741

Se con l’arrivo dell’anno nuovo e con le miriadi di foto che vedete sui social di montagne innevate, silenziose e mastodontiche, vi è venuta voglia di farvi un week end o una vacanza vera e propria sulla neve, con bambini appresso, beh vi consiglio la Val di Sole.

Perchè?

Per vari motivi che vi elenco di seguito: Continue reading “Inverno in Val di Sole con i bambini: la meraviglia”

Ciao 2017. Ti ho amato tanto e vi dico perchè…

IMG_4205

Domani è il 31 dicembre. Lo sapete anche voi. E’ tutto l’anno che peso ogni giorno, ed è arrivato il momento di scriverci su. E’ da tanto che non mi succedeva questa cosa, ma vorrei con tutto il cuore che quest’anno non finisse. Lo ho amato molto. E’ nata Bianca. Siamo diventati in 4. Ho realizzato un sogno grandissimo: quello di conoscere l’amore fraterno. E’ come se si fosse chiuso un cerchio aperto da quando sono piccola. E’ difficile da spiegare, ma so che alcuni capiranno. E’ una sensazione di pienezza mai avuta prima. Non mi soffermo sulle difficoltà e sulle nevrosi perchè sapete che ci sono.  Continue reading “Ciao 2017. Ti ho amato tanto e vi dico perchè…”

Provati per voi: al FICO coi bambini. La nostra prima esperienza

IMG_3456

Da questa settimana nel nostro quartiere c’è un’attrazione in più…piccola piccola che non punta ad essere fiore all’occhiello nel mondo eh?! Beh c’è il FICO Eataly World: Fabbrica Italiana Contadina, la nuova impresa di Farinetti, conosciuto in tutto il mondo per gli Eataly stores.

Noi ci siamo stati di domenica mattina. Fico apre alle 10 e non abbiamo trovato coda per entrare. L’obiettivo era fare colazione lì e iniziare a conoscere il luogo.  Continue reading “Provati per voi: al FICO coi bambini. La nostra prima esperienza”

Alla scoperta della Val di Non…la vacanza ideale con i bambini

IMG_2540

Eccomi qui. Tre mesi dopo dal ritorno delle vacanze estive a scrivere di loro. E’ troppo tardi e potrei non farlo, ma quello che ho visto è troppo bello per non condividerlo qui. Chiunque voglia farsi una vacanza rilassante con due bambini piccoli, la montagna è la scelta giusta. Non finirò mai di ripeterlo. Parola di ragazza di mare.
Come dormono i bambini in montagna da nessun’altra parte mai!
Continue reading “Alla scoperta della Val di Non…la vacanza ideale con i bambini”

I buoni (difficili) propositi autunnali

IMG-3345

(Questa foto mi fa morire dal ridere)

 

Lo so, di solito i buoni propositi si fanno a fine agosto o a inizio settembre all’inizio di un nuovo periodo e alla conclusione di una lunga vacanza. Qui però andiamo un po’ a rilento e soprattutto siamo in una fase di assestamento infinita, che magari se fra i buoni propositi ci inserisco un forte impegno ad assestarmi magari finisce. “Spero che si”.

Vi avrei potuto ripostare i buoni propositi dell’anno scorso (li trovate qui), perché molti di questi sono proprio validi, ma alcuni devono essere rafforzati perché le condizioni di base sono cambiate e noi non siamo più in tre, ma in quattro in famiglia, e io non sono più uguale all’anno scorso, così come non lo sono quelli che mi sono accanto. Con tutti gli aspetti negativi e positivi che questi cambiamenti si portano dietro.
Ve l’ho detto che i cambiamenti non mi piacciono? Credo di si, almeno in 100 post.

Settembre è stato un mese durissimo, ottobre gli ha fatto tanta compagnia, ma all’alba del 24 ottobre, dopo una notte difficile per le troppo poche ore di sonno so che è arrivato il momento per fare la benedetta lista.

  • Calmarmi, rilassarmi, respirare più lentamente. Anzi no respirare e basta. Anche se sono in maternità quindi ho meno cose da pensare, in realtà vado sempre di corsa, e alla sera inevitabilmente sbrocco (impazzisco). Ho voglia di scappare di casa, di chiudermi in una stanza in silenzio. Tutto questo perchè durante il giorno non tiro mai il fiato. Bene, mi impegnerò a farlo di più, più volte al giorno.
  • Trovare tempo per me. E’ dura con due bambini, ma non è impossibile. Ho voglia di tornare in piscina e fare yoga più spesso. L’allattamento ti tiene in forma fisicamente certo, ma la mia mente ha bisogno di tempo tutto suo. I can do it.
  • Stare di più con Giulio. Da sola con lui intendo. Farlo sentire un po’ figlio e non fratello maggiore. Le poche volte che succede va benissimo e sono certa che continuare può solo farci bene. Abbiamo un rapporto speciale, ma le mie attenzioni sono rivolte più alla Bianca per ora e non voglio rischiare di perdere alcune prime importanti volte di Giulio.
    La cosa che mi ha fatto più male del rileggere i buoni propositi dell’anno scorso? E’ stata quella di leggere nero su bianco che Giulio era sereno e che avrei voluto continuare a vederlo così. Mi ha fatto male perchè ho realizzato che non è più così. E sono certa che non sono solo i miei sensi di colpa che mi oscurano la percezione della realtà. Non è più serenissimo, spensierato, sempre felice. Lo è a tratti, ma per lui a questa età vorrei tutto al quadrato. E ci impegneremo per questo.
  • Riuscire a mollare Bianca e mandarla al Nido. Siamo in simbiosi e se da una parte è bellissimo dall’altra è un disastro. Deve iniziare l’inserimento e l’ho posticipato per ragioni varie. Ora non ho più scuse. E fra poco iniziamo. Ho mille preoccupazioni anche se so che andrà tutto bene e che niente è irreversibile. Ma devo riuscire a mollarla.
  • Scrivere di più qui. Sul mio adorato diario di gruppo che è questo blog. Perchè ogni persona, anche la più insospettabile, che quando incontro mi dice “sai che ti leggo sempre” mi si apre dentro un misto di felicità estrema e imbarazzo. E lo so che arrossisco. Quindi il buon proposito è quello di dare a voi delle ragioni per farmi arrossire di più.
  • Emozionarmi di più, non tenermi per niente e lasciarmi trasportare nel senso più positivo che c’è. Dire a una persona che ti manca, che ti è mancato, che è stato bello vederla, sentirla. Emozionarmi per una storia altrui raccontata, per una buona notizia o per una cattiva. Vivere insomma.
  • Accontentarsi. che ad alcuni sembra una dichiarazione di sconfitta, per me è piena umanità invece.
  • Tornare al lavoro con la voglia che ho in questi giorni di mettermi in gioco e di dare.
  • Superare i brutti momenti che per forza di cose ci sono, ripetendomi che tutto quello che voglio ce l’ho già…perchè è vero e spesso tendo a non metterlo a fuoco.

Questo è il mio manifesto autunnale. Spero che il vostro sia altrettanto arduo perchè almeno so che siamo in tanti a lottare là fuori.

Buon autunno a tutti!!!

Avventure del buon cittadino medio e del gatto che voleva solo essere lasciato in pace

Torno sul blog! Finalmente direte voi (dai che a qualcuno sarò mancata…o no?)!

Ho avuto un settembre difficile, decisamente non felice e sapete che scrivo solo se sono Happy. In più quando avevo un’ora libera la ho dedicata a guardarmi Mad Men telefilm che crea addiction. Oggi però sono qui a raccontarvi di una piccolissima avventura che ha decisamente movimentato la mia mattinata.

E’ successo tutto a Bologna, nel quartiere di San Donato, nel block (fa troppo figo dirlo alla newyorchese) fra via Mondo, via Calindri e via Ricci.

Ed ecco a voi la breve storia: Continue reading “Avventure del buon cittadino medio e del gatto che voleva solo essere lasciato in pace”

E’ finita la nostra esperienza al nido: happiness, malinconia e regali alle educatrici e un po’ anche a noi stessi

IMG_0471

Oggi per noi finisce l’asilo nido. Giulio non se ne rende conto, ma io si!

E chiaramente sono già nel mood malinconico.

Come sono stati questi due anni?

Sono soddisfatta di averlo mandato al nido?

Rimpianti? 

Vi racconto un po’ di cose della nostra esperienza.  Continue reading “E’ finita la nostra esperienza al nido: happiness, malinconia e regali alle educatrici e un po’ anche a noi stessi”

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: