Search

Happily Surviving

blog di ricordi, felicità & silly things

Category

Fun for Kids & Parents

Ci stiamo abituando anche noi al calendario dell’avvento

decorazioni-di-natale-rustiche

Foto via web

Quando ero piccola per qualche anno ho avuto il calendario dell’avvento. I classici che si acquistano in edicola o in allegato a qualche rivista. Fatto sta che mi piaceva molto. L’idea di aprire le finestrelle e scoprire cosa c’era o cosa c’era scritto. Per me che da sempre tendo ad accelerare, senza godermi le sorprese, il calendario dell’avvento, nella sua semplicità un po’ mi aiutava. Mi concentravo su quello ed evitavo di mettere sotto sopra la casa per cercare regali di Natale già impacchettati.

Dall’anno scorso, per colpa dei social che osannano TUTTO, mi è venuta voglia di farlo per Giulio. Senza spendere chissachè. Certo potendo scegliere vorrei quello di Ferm Living (!!!)…E così, seppur stanca da 8 ore in ufficio e con un pancione in crescita, una sera mi sono messa d’impegno e ho tirato fuori un mega cartellone, con tante finestrelle tagliate col cutter, il tutto disegnato da me grazie ai mitici acquerelli Ikea (mai più senza per noi!)

Il risultato è opinabile, ma il bello dei bambini è che di fronte a qualsiasi cosa nuova ci scappa un “ohhhhh” e ti danno soddisfazione. Il bello di Giulio è che non conosce i numeri per cui non si è minimamente accorto che nella fretta ho omesso un numero: il 16 mancava in effetti. Continue reading “Ci stiamo abituando anche noi al calendario dell’avvento”

Provati per voi: al FICO coi bambini. La nostra prima esperienza

IMG_3456

Da questa settimana nel nostro quartiere c’è un’attrazione in più…piccola piccola che non punta ad essere fiore all’occhiello nel mondo eh?! Beh c’è il FICO Eataly World: Fabbrica Italiana Contadina, la nuova impresa di Farinetti, conosciuto in tutto il mondo per gli Eataly stores.

Noi ci siamo stati di domenica mattina. Fico apre alle 10 e non abbiamo trovato coda per entrare. L’obiettivo era fare colazione lì e iniziare a conoscere il luogo.  Continue reading “Provati per voi: al FICO coi bambini. La nostra prima esperienza”

Alla scoperta della Val di Non…la vacanza ideale con i bambini

IMG_2540

Eccomi qui. Tre mesi dopo dal ritorno delle vacanze estive a scrivere di loro. E’ troppo tardi e potrei non farlo, ma quello che ho visto è troppo bello per non condividerlo qui. Chiunque voglia farsi una vacanza rilassante con due bambini piccoli, la montagna è la scelta giusta. Non finirò mai di ripeterlo. Parola di ragazza di mare.
Come dormono i bambini in montagna da nessun’altra parte mai!
Continue reading “Alla scoperta della Val di Non…la vacanza ideale con i bambini”

Provati per voi e i vostri bambini: Music Together

download

Oggi vi parlo di un progetto molto interessante per i nostri bambini e per lo sviluppo delle loro attitudini musicali: Music Together.

Il programma Music Together nasce negli Stati Uniti nel 1987 e ha l’obiettivo di stimolare i bambini piccoli alla musica, alla vocalità e al movimento grazie alla loro naturale e spontanea tendenza all’imitazione. I fondatori di Music Together credono che come il bimbo impara a parlare sperimentando con noi la verbalizzazione fin da piccolo, allo stesso modo impara a cantare o a vivere in un mondo sonoro grazie all’educazione musicale spontanea.

Dico spontanea perchè i corsi di Music Together lasciano molta libertà ai nostri bimbi purchè non urlino o non distraggano troppo gli altri bimbi che invece vogliono partecipare più attivamente. Continue reading “Provati per voi e i vostri bambini: Music Together”

Collana Libri Disneyana: commento ragionato su Biancaneve e i Sette Nani

IMG_0110

In questa settimana in cui a Bologna c’è la 54° edizione della Fiera del Libro per Ragazzi vi parlo dei libri della collana Disneyana che a me piacciono molto pur essendo molto tradizionali nelle storie. La collana viene prodotta da tantissimi anni e costantemente aggiornata con le ultime uscite cinematografiche di Disney e Pixar.

Oggi vi faccio un commento ragionato sul libro che abbiamo noi:

Biancaneve e i sette nani (lo trovate qui)

Il libro di Biancaneve e i sette nani della collana Disneyana è un mio reperto vintage di quando avevo 8 anni e ci tengo molto. Ha 30 anni ed è conservato benissimo.

E’ un libro di 128 pagine ed è il primo libro veramente lungo che ha catturato pienamente l’attenzione di Giulio.

Dovendolo leggere con lui almeno 4 volte a settimana e con un ratio un po’ più matura, ho notato alcuni leggerissimi aspetti che ci mostrano una Biancaneve un poco sempliciotta, (ma se fosse solo questo non sarebbe un problema perchè in fondo viveva ai confini dell’impero), ingenua cronica e non in grado di individuare il pericolo in nessun modo.

Una stolta totale…. E quando penso che mia figlia ha vagamente il nome di Biancaneve un po’ mi pento.

Ma iniziamo…

Tendiamo a dimenticarlo, ma Biancaneve sicuramente ha avuto un trauma nella fase dello sviluppo, anzi più di uno: le muore la madre e il padre si risposa (probabilmente il giorno dopo) con una donna cattiva e spietata. Per fortuna non ci sono sorellastre in giro. Questi sono i primi di mille traumi che Biancaneve vivrà in tutta la storia.

…E un po’ iniziamo a capirla, e speriamo che ne esca una ragazzina ribelle…invece no.

Biancaneve come ogni figlia del Re risposato che si rispetti, fa gavetta pulendo i pavimenti e gli esterni di tutto il castello in cui vive, ha come amici animali e uccellini e aspetta sognante il principe azzurro.

IMG_0111

Il principe arriva, la riempie di complimenti, ma poi le chiede “vuoi essere mia amica?”

…ecco in questa frase rivedo lo smacco ricevuto a 16 anni dal mio compagno di classe di cui ero follemente innamorata e che lui continuava a lusingarmi a destra e a manca per poi dirmi che ero la sua AMICA del cuore. A tutte le Biancaneve là fuori per favore ribellatevi, io non ce l’ho fatta…

Ma Biancaneve risponde: “Certo, ti attendevo”…..cosa da non dire mai in maniera così esplicita a un uomo. Ma Biancaneve ha già scelto scelto lui eliminando tutta la concorrenza, che a quei tempi praticamente era nulla.

Biancaneve sa di non essere amata dalla Regina Cattiva con la quale nel libro non interagisce mai. Sembra quasi che non si incontrino proprio, nemmeno a cena per dire. Quando lo “Specchio Specchio delle Mie Brame” conferma alla regina che Biancaneve è la più belloccia perchè possiede la giovinezza, la regina chiama lo Scudiero, lo sappiamo tutti.

Quello che io non ricordavo è la parte in cui quella buonista di Biancaneve viene invitata dallo Scudiero ad andare in gita nel bosco: Biancaneve avrebbe voluto ringraziare la Regina e si chiede se fosse un segno di benevolenza…

Face Palm!

IMG_0112

La stolteria di questa fanciulla continua nel momento in cui il cacciatore non riesce ad ucciderla e le dice di fuggire…qui Biancaneve terrorizzata dalla paura, ma evidentemente nemmeno troppo, pensa alle sorti dello Scudiero:

“ma se non riporterai il mio cuore nello scrigno, sarai tu a trovarti in pericolo!”

IMG_0113

Di fronte ad una frase così irritante perfino l’animalista meno convinto al mondo penserebbe che il povero cervo che verrà ucciso dallo scudiero per prendergli il cuore, non si meriti una fine così! 

Dopo questa brutta avventura nel Bosco inizia la nuova vita di Biancaneve che arriva nella casa dei Sette Nani accompagnata dai fedeli animaletti del bosco (meno uno: quello sacrificato).

Arrivata nella casetta la nostra fanciulla dei tempi moderni esclama: “Oh oh! Ci si accorge subito che qui non c’è nè una padrona nè una servetta”… e lei potendo optare se essere padrona o servetta, cosa sceglie di essere nei giorni a seguire??? 

Face Palm, again.

facepalm

I giorni trascorrono nella casetta dei Nani fra un ballo, tante pulizie e una torta di Biancaneve e lei non si cambia mai d’abito.

M A I.

Questo serve per salvare il borsellino dei genitori durante i carnevali lo so ed è comprensibile.

IMG_0115

Biancaneve obbliga i nani e perfino Brontolo, l’amato da tutti i bambini, a lavarsi e lei non la vediamo mai nemmeno con una boccetta di profumo in mano. E’ pura e candida così com’è!

L’ultima stolteria evidente è quando arriva la strega cattiva con quella mela bellissima, altro personaggio adorato dai bambini.

IMG_0114

Biancaneve non sente il feeling negativo che la stregaccia trasmette, e di fronte ai tentativi vani dei suoi “amici ” del bosco di importunare la strega, Biancaneve la fa entrare in casa per offrirle dell’acqua. 

IMG_0116

Poi mangia la mela e anche qui sappiamo tutti la storia: Biancaneve smette di respirare e per un po’ non ci tedia più e lascia la scena ai nani e alle strega cattiva. 

Biancaneve ritorna in auge a fine storia quando il principe la bacia e lei inaspettatamente si sveglia, i nani festeggiano, lei non li considera di striscio, proprio non li guarda, e parte alla volta del castello obnubilata dal principe e dal suo futuro che tutti ci auguriamo non di servetta.

IMG_0117

Insomma c’è da chiedersi se è il caso di continuare a leggerla ai nostri bimbi…

io credo di si, perchè sono contraria al talebanesimo e al dover per forza e unicamente trasmettere storie hipster e alternative…I nostri figli incontreranno tante Biancaneve, ragazze e ragazzi ingenui, buonisti e traumatizzati che meritano più di altri un Happy Ending e come tali andranno capiti.

Speriamo solo si cambino i vestiti più spesso.  

 

In Viaggio con i Bambini: Hotel o Appartamento? Scelte difficili

best-location-old-town-luxury-loft

Dopo quasi tre anni di esperimenti, riflessioni, errori e crisi isteriche durante i viaggi con Giulio posso fare con voi un bilancio sulla scelta ideale del luogo in cui alloggiare.

Il dibattito è esclusivamente limitato a Hotel o Appartamento. Continue reading “In Viaggio con i Bambini: Hotel o Appartamento? Scelte difficili”

Un week end a Edimburgo e il National Museum of Scotland

img_3515

Torno da questa assenza forzata, ogni tanto capita che il mio lavoro principale in ufficio prenda il sopravvento, per parlarvi di una città che mi è piaciuta molto e che vi consiglio tantissimo anche per un week end lungo toccata e fuga: Edimburgo. Continue reading “Un week end a Edimburgo e il National Museum of Scotland”

Maremma con bambini: attività nel parco dell’Uccellina

Avete visto qui il video della prima parte del nostro viaggio in Maremma.

Abbiamo deciso di fare un video dedicato esclusivamente alle escursioni fatte nel parco dell’Uccellina, un’oasi naturale che volevo visitare da anni e che è come piace a me: abbastanza incontaminata e in riva al mare!
Il parco lo si può visitare in tanti modi sia che abbiate nani appresso sia che siate “single”. Continue reading “Maremma con bambini: attività nel parco dell’Uccellina”

Maremma con i bambini: i nostri faccioni in video

Non ho video di quando ero piccola e della vita con i miei genitori. Ho tante foto, ma nessuna voce da risentire. Soprattutto di mio babbo che non ho più con me.
Credo che sentire le voci aiuti moltissimo. L’ho capito anni fa quando ho visto lo spettacolo “Scemo di Guerra” di Ascanio Celestini.

Alla fine lui fa sentire la voce narrante di suo babbo e tutti si commuovono. Nessuno escluso.

E’ per questo motivo che appena possiamo ci sforziamo di fare video delle nostre avventure con Giulietto…così lui e noi ci rivedremo fra tanti anni e ci ascolteremo.

Oggi vi lascio con la prima parte delle nostre vacanze in Maremma! Spero vi piaccia

 

 

Buon week end e se vi va…seguitemi su instagram!

 

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: