decorazioni-di-natale-rustiche

Foto via web

Quando ero piccola per qualche anno ho avuto il calendario dell’avvento. I classici che si acquistano in edicola o in allegato a qualche rivista. Fatto sta che mi piaceva molto. L’idea di aprire le finestrelle e scoprire cosa c’era o cosa c’era scritto. Per me che da sempre tendo ad accelerare, senza godermi le sorprese, il calendario dell’avvento, nella sua semplicità un po’ mi aiutava. Mi concentravo su quello ed evitavo di mettere sotto sopra la casa per cercare regali di Natale già impacchettati.

Dall’anno scorso, per colpa dei social che osannano TUTTO, mi è venuta voglia di farlo per Giulio. Senza spendere chissachè. Certo potendo scegliere vorrei quello di Ferm Living (!!!)…E così, seppur stanca da 8 ore in ufficio e con un pancione in crescita, una sera mi sono messa d’impegno e ho tirato fuori un mega cartellone, con tante finestrelle tagliate col cutter, il tutto disegnato da me grazie ai mitici acquerelli Ikea (mai più senza per noi!)

Il risultato è opinabile, ma il bello dei bambini è che di fronte a qualsiasi cosa nuova ci scappa un “ohhhhh” e ti danno soddisfazione. Il bello di Giulio è che non conosce i numeri per cui non si è minimamente accorto che nella fretta ho omesso un numero: il 16 mancava in effetti.

IMG-3832

Per riempirlo avevo avuto l’idea di acquistare i cofanetti con più librini dentro (come questo) e utilizzare un libro al giorno. Idea apprezzata.

514X67j54WL._SY498_BO1,204,203,200_

Quest’anno avrei potuto rifarne uno simile, ma ho deciso di cambiare. A dire il vero, fino a ieri sono stata indecisa se farlo o no. Mi sono un po’ impigrita ultimamente e le cose da fare con due bambini sono aumentate. Ho sempre voglia di fare qualcosa di esclusivo per Giulio, però, e quest’anno il calendario dell’avvento sarebbe tutto suo. Quindi sempre nell’intento di utilizzare materiali casalinghi ci ho dato dentro, approfittando del pisolino della Bianca e ho lavorato con forbici, cutter, cartone e acquerelli. Ah si, anche colla a caldo. Il tutto mentre un micione dormiva sul divano e guardavo vecchie puntate di Friends, perchè d’inverno scaldano ancora di più.

IMG_3639-002

Ed ecco il risultato….

IMG_3628-002

Casette di tutte le forme, castelli, tende per gli indiani, arcobaleni, cieli nuvole ed erba.. il tema? Vagamente quello di creare il villaggio di Babbo Natale, ma boh, anche un pout- pourri.

Ho attaccato ogni casetta con il Pata-fix pasta adesiva facilmente staccabile e che non lascia tracce sul muro.

IMG_3619-002

Questa volta l'”ohhhhhhh” è stato molto lungo… Come al solito avevo dimenticato qualcosa, quest’anno ben due numeri (il 5 e il 9) e quindi questi li ho fatti con Giulio che si è divertito molto.

Da domani ogni giorno dentro ciascuna casetta ci sarà un regalino.

Cosa ho deciso di mettere giorno dopo giorno?

Ve lo scrivo qui: 

Forbici per tagliare a Zig Zag

Personaggi Super Eroi dei Lego Juniors (con una scatola di Lego posso fare regalini per 3/4 giorni)

Palloncini lunghi per fare forme

Quaderno per fare i disegni

Pennarelli colorati

Un piccolo libro

Un biglietto per una prima volta al cinema

Qualche Ovino Kinder

Qualche bustina di animali

Avrò qualche casetta da riempire e se vi viene in mente altro scrivetemelo che ho bisogno di idee.