IMG_9703

Vi scrivo fra una contrazione e l’altra per testimoniare che questo mese di maternità pre arrivo della piccola secondogenita forse durerà meno, molto meno di quello che vorrei.

Il termine è previsto per il 4 aprile e seguiranno aggiornamenti. Ora però voglio mettere nero su bianco tutti i buoni propositi che voglio vedere avviati o realizzati in questo periodo.

  • Carpe Diem…. non l’ho quasi mai fatto. Sono sempre impegnata ad organizzare, pianificare, limitare e voglio farlo il meno possibile. E’ così che ora mi va di cambiare…se sono a spasso verso casa e incontro un’amica per strada cambio programmi e l’accompagno. E’ così che se c’è un evento a Milano a cui mi va di partecipare e il biglietto del treno costicchia, e apparentemente nessuno mi può tenere Giulio, decido di andare e poi si vedrà. E ho la prova provata che tutto si infila bene. Per serendipity ( e grande collaborazione del marito).
  • Contattare una schiera di baby sitter già da adesso per farmi aiutare nei mesi caldi della nascita della piccoletta e che mi permettano sin d’ora di avere spazio mentale da dedicare a Giulio.
  • Godermi con grande calma tutti i momenti con Giulio. Avere il tempo di studiarlo e di conoscere ancora meglio nella sua quotidianità questo piccolo ometto di quasi tre anni che non ho mai trascurato, ma che un po’ anche sì a dire il vero. Sono giorni in cui ho tempo di ricordarmi com’è stato lui da minuscolo, ricordo i momenti di tenerezza e di velocità di crociera sintonizzata fra me e lui. Ed è la prima volta che non vedo quei primi mesi come esclusivamente duri e pesanti. Se ci hanno portato fin qui accettiamo anche loro! E fra le cose pratiche voglio selezionare le foto di Giulio da quand’era piccolo a oggi e costruirgli il suo primo album di foto!

IMG_9759

 

IMG_9708

Questi ed altri consigli utili per gestire i fratelli maggiori e i nuovi arrivi io le ho trovate qui:

41XR2x20FzL._SX357_BO1,204,203,200_

  • Andare dall’estetista, dal parrucchiere a Milano, a cena fuori, al cinema, a yoga, in piscina, all’ikea. Altro?
  • Andare a Roma alla mostra di Letizia Battaglia al MAXXI. Se non la conoscete, l’amerete com’è successo a me guardando le sue foto vere, crude di mafia e di povertà e tradizione in Sicilia. (cliccate sulle foto se volete avventurarvi…)

    51khkwgOeeL._AC_US218_ 51dbU76UUwL._AC_US218_

 

  • Mangiare più sano di come abbia fatto in questa ultima settimana in cui penne alla panna, pizza del forno, cordon bleau e lasagne hanno imperversato nel mio menù…. ah no, non ho finito: ho mangiato anche il cotechino alle 16 di pomeriggio da mia nonna. Insomma verdure missing in action…
  • Magari preparare la borsa per l’ospedale visto che le contrazioni si sentono…e avere come unico grande dubbio questo: che tutina metto alla piccoletta appena nata?…la stessa che ho messo a Giulio o una tutta sua acquistata nello stesso negozio di via del Corso a Roma dove acquistammo quella per Giulio? Se mi aiutate a decidere vi sono molto grata! E no, non sono scaramantica dai.
  • Scrivere o pianificare più post possibili sul blog…perchè se scrivo vuol dire che sono felice e se sono felice mi riesce più facile connettermi con il mondo e con voi.
  • Sistemare la casa in questa grande grandissima attività di decluttering che ho iniziato a gennaio e che non credevo fosse così catartica…e quando ho finito con questa casa qui iniziare con quella di mia mamma (dove non finirò mai) e offrire lo stesso servizio a chi lo desideri fortemente…ma vojo di…a pagamento???
    A proposito di decluttering li conoscete questi due libri immagino:
    514Qv4RNVvL._SX260_       415hwpl0LFL._SX322_BO1,204,203,200_
  • Godersi la primavera, le belle giornate di sole e una dose di spensierata che un po’ mi è mancata ultimamente, e magari portarmi dietro questa sensazione nel prossimo mese, quando tutto sarà più duro, ma mi dicono anche più bello….

IMG_8768.JPG

Il mio mantra che ripeto e che vi chiedo di ricordarmi negli eventuali momenti isterici è: “Fattela “prendere” bene Deborah, senza strippi e grigiori”…missione ardua, ma possibile, questa volta.

 

 

Advertisements