02-IMG_9342

English Version Below

Nel viaggio alla ricerca del nostro pezzetto di felicità in cui dovremo essere tutti impegnati , segniamoci che deve diventare prioritario avere delle passioni e provare a coltivarle nel tempo.

C’è chi ha tante piccole grandi passioni come me, e che cerca a rotazione di soddisfarle tutte, alcune archiviandole per anni, senza mai dimenticarle, magari modificandole o ridimensionarle se necessario. Ad esempio adesso è tornata a galla la passione per la geografia e sto meditando  di iscrivermi al corso di laurea.

C’è chi pur avendone molte ne trova alcune più travolgenti di altre e arriva a un punto in cui queste sono perfettamente mature. Credo sia stato così per Giulia che è riuscita a condividere la sua passione per Alice nel Paese della Meraviglie fino ad esporla al pubblico con la sua collezione privata (fa figo dirlo cosi!).

09-IMG_9367

Da quando la conosco – se ricordo bene era il mese di aprile del 1996, avevamo 17 anni ed eravamo per caso sedute vicine a una cena di compleanno alla pizzeria Il Giardinetto -,  Giulia è sempre stata una persona molto sicura di quello che le piacesse e di quello che non le andava a genio. Anche se ci frequentiamo molto poco so che tuttora è abbastanza decisa nei suoi giudizi e scelte. E nonostante io sia più soft in questo, ho sempre trovato ottimi canali di comunicazione con lei, il cui filo conduttore è sicuramente uno dei nostri migliori pregi: l’essere dirette no matter what (con i pro e i contro che ne derivano).

Vi racconto il pregresso (un po’ perchè ho una laurea in storia e fa parte di quelle passioni latenti, e poi da qualche parte questa laurea si deve pur vedere) perchè sono convinta che facciamo determinate cose solo perchè siamo fatti in un determinato modo, pensiamo e selezioniamo gli oggetti e gli eventi che ci accompagnano nella vita in modo solo nostro, e la collezione di tutto ciò che riguarda Alice nel Paese delle Meraviglie io la intendo così.

04-IMG_9346

Fino ad oggi compreso, quella collezione è stata oggetto di una mostra allestita alla Biblioteca Malatestiana di Cesena. Mi dispiace essere riuscita a visitarla solo ieri e parlarvene a mostra praticamente conclusa, ma non appena ho varcato la soglia della stanza mi sono accorta che avrei voluto farvi conoscere comunque lo sforzo ammirabile fatto per pensarla e organizzarla così bene.

01-IMG_933403-IMG_9343

Sono contenta di aver portato Giulio con me perchè mi piace fargli vedere i risultati concreti dell’entusiasmo, sensazione che lui conosce benissimo.

08-IMG_9365

14-IMG_9382

Magari qualcuno chiederà a Giulia di portare la mostra altrove e in caso ve lo farò sapere. Nel frattempo vi lascio alcune mie foto e potete cercarne altre su instagram con l’hashtag #buoncompleannoalice 

12-IMG_937813-IMG_937911-IMG_937710-IMG_936807-IMG_9361 1-IMG_9336

06-IMG_9352

 

Since we all should be committed in finding our own happiness the tip I give you is to keep in mind that having passions and interests is a priority.

Passions could be different in kind and intensity of course. I am one of those people who has many and keep them alive thorough the years without ever forgot. In this period I resumed my evergreen passion about geography for instance.

Some passions could be overwhelming like the one Giulia has for Alice’s Adventure in Wonderland. She managed to collect over the years books, paints, memorabilia and video about Louis Carroll novel and now this collection is a real exhibition in Cesena, Giulia’s hometown.

i believe that we do what we do because we are shaped that way and we select memories, facts and things according to this.

I am happy to having brought Giulio with me because it was a way to show him one of the many outcomes that enthusiasm could have. 

I wish to Giulia to have further exhibition and keep collecting Alice’s things. Meanwhile you could see pictures here in my blog and on instagram using the hashtag #buoncompleannoalice

Advertisements