La settimana scorsa sono stata a Parigi con Giulio.

Vi parlerò in un post dedicato di come fare vacanze fantastiche e rilassanti in Tête-à-têtcon il vostro baby. Incredibile ma molto possibile.

Oggi voglio tornare con la rubrichetta Happily Spending segnalandovi i 10 posti e le cose che fanno felici e per cui a Parigi vale la pena di andare almeno una volta all’anno 😀

Ecco di seguito i 10 motivi e qualche mia foto scattata nelle varie volte in cui sono stata…

1. Il biglietto Ryanair. E’ vero che la compagnia è un po’ così, gli aeroporti  sono lontani dal centro città, ma il costo dei biglietti è veramente accessibile e ti permettono di visitare città bellissime più volte. 

2. Il quartiere del Marais. Io lo adoro in tutte le sue manifestazioni. E’ stato il primo quartiere che ho visto nel mio primo viaggio a Parigi (2007) perchè alloggiavo in un appartamentino delizioso della mamma di una mia amica. Ha palazzi antichi, negozi fantastici di tutti i tipi e tante botteghine di gioielli e accessori. Io non posso non passarci ogni volta che vado a Parigi.

303290_2338311013918_443443055_n 1915765_1386154050589_3526611_n 1915765_1386154130591_7745222_n

3. Il ristorante Chez Marianne, sempre nel Marais. cucina mediorientale. Ce ne sono sicuramente di meglio in altre aree e in altre città, ma è super radical chic ed è proprio bello.

chez-marianne

E il ristorante Higuma. Best Best Ramen in town. Nella zona dell’Operà circondato da mille altre scelte della cucina orientale, questo posticino è fantastico. Oltre al Ramen serve dei ravioli alla piastra incredibili.

310714_2326870527913_1581171921_n

4. Pierre Hermè. La pasticceria più snob dell’universo, ma a Parigi se non sei snob come fai a sopravvivere? scherzo. Tanto per farvi un’idea di quanto è snob, il negozio apre alle 10 di mattina. Una pasticceria che apre con grande grande calma. Qualche giorno a settimana vende il famoso croissant ispahan alla marmella e scaglie di rosa. aggiungiamo altro?FullSizeRender (1)

309679_2325196366060_697448111_n


5. Le boulangerie
in generale. Tutte, ovunque in Paris. Puoi trovare quichelorraine di tutti i tipi ed economiche, baguette e pan au chocolat. Io a Parigi divento divoratrice di dolci compulsiva.

6. Le Jardin du Luxembourg. da sempre e per sempre uno dei miei parchi preferiti. Non tanto per il verde (che non ce n’è tantissimo, anzi gran sabbia), ma più per l’atmosfera super chilled e scanzonata che si respira. Sono sempre frequentatissimi a qualsiasi ora di qualsiasi giorno infrasettimanale. Ci sono sedie di metallo verde oliva un po’ sparse ovunque ad utilizzo di chiunque voglia. Cani a volontà.

Jardin-du-Luxembourg
Foto presa dal web: layoverguide.com

Paris_Parchi_Blog

7. Il Canale Saint Martin. E’ una zona molto viva che sorge attorno al piccolo canale della Senna attraversabile con questi ponti meravigliosi. Foto bellissime assicurate. Anche se lungo quel canale 5 anni fa  mi ruppi brutalmente una caviglia, a me piace crogiolarmi nei ricordi (belli e brutti che siano) e lungo questo canale ci torno ogni volta. No matter what.


IMG_5147

IMG_4855

8. Museo Rodin. E’ una perla isolata e circondata da un giardino bello bello bello. La casa in cui vengono ospitate le sculture di Rodin è piena di specchi e marmi pomposi che non hanno nulla da invidiare a Versailles. Il fatto di essere un posto raccolto e non tanto grande lo consacra a chicca indiscussa.

1915765_1386154850609_7415595_n

9. i Velib. Che sono le biciclette pubbliche ad utilizzo semplicissimo da parte di tutti. Basta avere carta di credito e da ogni postazione (non serve andare in nessun ufficio centrale e c’è una postazione ogni 300 metri) puoi prendere una bici, andare dove vuoi e lasciarla alla postazione dopo. A prezzi contenuti se non si sforano i 30 minuti. Questa volta con Giulio non ho potuto usufruirne, ma le volte scorse, per me e mio marito, sono state dei perfetti e divertenti mezzi. Anche in pieno inverno. Rendono felici.

315057_2325199566140_1785998737_n

10. I cimiteri, in particolare il Pere Lachaise. Ci sono andata solo al mio 4° viaggio a Parigi, ossia solo dopo aver scoperto la mia super super passione per i cimiteri monumentali. E’ il luogo che incarna i Sepolcri di Foscolo per me. E’ bello passeggiarci per ore e scoprire a chi appartengono le varie tombe. C’è anche un’area dedicata ai grandi filantropi della storia, argomento di nicchia, ma di mio certo interesse.

294395_2325198606116_1253442685_n

Avrò dimenticato altri 1000 posti, ma questi sono per ora i miei preferiti. Siccome sono open mind sono pronta ad ampliare l’elenco con i vostri suggerimenti.

Quali sono i vostri posti preferiti a Parigi?

Advertisements