bigstock-Road-Sign-Of-New-Life-And-Old-41301322

Quando sento qualcuno senza figli dirmi che proprio non riesce a fare una determinata cosa, che ha proprio bisogno di quella determinata condizione per dormire, mangiare, divertirsi penso che anche io ero così.

Che ridere.

Rido perchè in questa esperienza di mamma
mi si è involontariamente innescato uno spirito di adattamento a pressochè tutto quello che prima mi creava scompensi da pazza psicotica…

change_sign1

Faccio qualche esempio chiarificatore:

Io sono sempre stata una talebana del dormire solo su un fianco (quello destro)… di recente mi sono svegliata sull’altro fianco – visto che era quello in cui c’era Giulio (stranamente finito nel lettone) – senza fare una piega…

Odio da sempre i fusilli, ma da qualche tempo a questa parte quello che più mi importa è mangiare senza sbattimenti. Tutte le volte che ho mangiato fusilli ho anche apprezzato. Quindi, se qualcuno mi invita a cena e mi prepara i fusilli io lo ringrazio incondizionatamente.

In tv ho sempre selezionato tantissimo i programmi di informazione…ora mi capita di guardare incantata anche l’ospite più noioso che Fazio o la Bignardi intervistano…

Certo…mi rimangono dei tabù eh? per esempio pur cercando sempre momenti di super relax e spegnimento del cervello, non mi è mai lontanamente balenato di vedere un film dei Vanzina o di Checco Zalone. Mi viene ancora l’orticaria al pensiero. Poi non guardo Mediaset nemmeno per sbaglio e non leggo la Kinsella.

Mi resta anche qualche fisima, fra tutte una: la tapparella in ogni stanza deve essere all’altezza giusta (la mia).Nè troppo su ne troppo giù..Altrimenti sono cazzi.  

Insomma cambiare si può. Stay tuned.

Advertisements