Ho letto su Repubblica che nel 2014 il reggiseno compie 100 anni. Solo? Si. una scoperta americana brevettata da una signora che si era stancata del corsetto e delle trappole per il corpo dell’800. Nell’articolo si dice:

“che cosa rappresenta un reggiseno per una donna? Significa femminilità, sensualità e rafforzamento del proprio ego”. Da quello che capisco il reggiseno può fare felici donne e uomini.

Ecco questa frase è lontana anni luce da chi ha pensato, progettato, prodotto e purtroppo messo sul mercato i reggiseni dell’allattamento. Per chi avesse dei dubbi su come sono fatti eccone qui un prototipo dei peggiori:

reggiseno allattamento

Lo stesso tipo di quelli che ho usato anche io per intenderci. Li ho usati per i primi due mesi di Giulio, e secondo me hanno costituito parte attiva dello spleen che ho vissuto i primi mesi. Già una donna che diventa mamma si sente poco femminile, magari ha un bel po’ di dolorini dal parto, l’allattamento all’inizio non è tutto rose e fiori e per di più deve indossare questi affari qui. A me sono stati prestati nella versione della foto, guardando su internet si trovano modelli più accattivanti (a prezzi assurdi però), ma a mio avviso il reggiseno per l’allattamento, qualunque esso sia, contribuisce ad alimentare il baby blues o quel periodo post parto di sbalzi ormonali pesi, dove tutto quello che non quadra diventa un dramma. E’ per questo che io consiglio a tutte le donne che devono allattare, altri tipi di reggiseno che, pur non essendo specifici per l’allattamento, e con prezzi abbordabili, assolvono comunque l’arduo compito, ma senza ghettizzare e imbruttire particolarmente. Parliamoci chiaro: non serve in nessun modo e a nessuno un reggiseno a cui si stacchi la parte centrale e rimanga una pseudo museruola come contorno.

Io ho risolto con tre paia di reggiseni, rigorosamente di colore nero, di Cotonella, una marca mite oserei dire, ma per la modica cifra di 8 euro (sul loro sito addirittura 6 euro), io ho svoltato.

Purtroppo ho trovato solo la foto della versione bianca che non rende tantissimo, ma bisogna lavorare d’immaginazione.

Cotonella

Insomma non sarà di quei reggiseni che passano alla storia per bellezza, pizzi e altro, non è de La Perla, ma io lo considero un life saver e spero possa esserlo per altre donnine.

Advertisements