neonato-che-dorme-valigia-16592179

23 agosto

Giulio dorme da adesso. Stiamo provando con il metodo PU/PD (pick up/put down) di tracy hogg, ma non siamo molto convinti. Nel pomeriggio ci riprovo. È che più lui piange più io non riesco a lasciarlo giù nel suo lettino a piangere. E’ sempre buonissimo, ha solo questo difettino qui: si addormenta in braccio. Giulio è bellone e io lo adoro. Ieri sera siamo usciti con un’altra family e lui pur stancone è stato buonissimo. Lo guardavo mentre era in braccio a Steppi con quella faccina stanca, ma curiosa e mi faceva morire di tenerezza. Alla fine si è addormentato e siamo stati fuori più a lungo. Siamo ornati perchè eravamo stanchi anche noi. Credo dovremmo farlo più spesso per abituarlo anche così… Mi sono appena accorta che nel viaggio in Olanda appena concluso non ho fatto il diario di viaggio. Il primo viaggio di Giulio e mi sono completamente dimenticata di memorizzarlo meglio. Peccato, ma l’ansia era parecchia e il tempo per scrivere poco. Di solito, nei viaggi b.g. (Before Giulio) scrivevo al ristorante, ma in questo viaggio le serate ai ristoranti ce le siamo godute poco perché lui la sera è noiosone e richiede più attenzioni del solito. Dovrei leggere su qualche maledetto forum in internet a quante altre famiglie succede o è successa la stessa cosa e come hanno rimediato, ma non ne ho nemmeno molta voglia. Ormai è così e me lo tengo così questo tenerone. Adesso si è appena girato di scatto e si sta svegliando; un po’ perché non dorme quasi mai più di mezz’ora, un po’ perché ci sono rumori un po’ disturbanti dall’esterno. Anche il signor Atti, il nostro vicino di quasi 101 anni, fa rumore. Eppure è super cauto. Non oso immaginare quando non ci sarà più lui e ci abiterà qualcun altro di più atti-vo. A quel punto sarà giunto il momento di cambiare casa. Sono anni che sogno un attico (lo sogno a Roma in piazza di Spagna da quando ho 18 anni ed è per questo che in gioventù ho trascorso alcuni anni a frequentare tabaccherie giocando il Super ENALOTTO…non si sa mai..) e a Bologna mi va benissimo, un attico per le mie piante, per i micioni, per prendere un corgy welsh, per cene con gli amici, per Giulio e i suoi amici, per un eventuale fratello o sorella di Giulio. Vediamo. Giulio continua a dormicchiare e ora mi dedico a cose più futili dello scrivere….nella fattispecie guardare le vite degli altri su Facebook. A bientot.

Advertisements