Get a Room but Keep Kissing

Di solito non amo particolarmente le effusioni in pubblico. Tutti quei sbaciucchiamenti e palpatine in strada, ai ristoranti, in treno o sui mezzi pubblici. Ho sempre pensato che si potesse aspettare…è un pensiero un po’ da zitellona convinta, ma tant’è…non cambierà.
Certo è, che quando baci qualcuno, magari per la prima volta o la seconda, non ti frega nulla di dove sei, di chi ti vede, di quanto durerà, del treno che stai perdendo. I due ragazzini che ho fotografato domenica in centro a Bologna, mi sembravano in quel mood lì. Anche i due signori un po’ in là con gli anni invinghiatissimi nel pianerottolo delle scalinate impalcate che ti fanno salire nella terrazza temporanea di San Petronio, non sembravano interessati a non essere visti da tutte le persone che quelle scale le facevano per arrivare in cima.
La location non era un granchè e mi sono guardata bene dal fare una foto che più che artistica sarebbe risultata voyeristica.

Poi ho letto su Repubblica che solo gli esseri umani si baciano e lo fanno già dalla preistoria per tre ragioni chiare ed istintive:

1. Si bacia come preludio al sesso. Gli uomini ci tengono tantissimo, le donne ci terrebbero di più ad atto concluso, ma, sin dai tempi antichi, non sempre ricevono l’attenzione su questa (e su altre) cose;
2. Si bacia per affetto, per dimostrazione di appartenenza all’altro. Nelle tribù promiscue preistoriche pare fosse un elemento di sopravvivenza. Forse anche nelle gang di ragazzini fuori dai licei potrebbe funzionare;
3. Si bacia per stare vicini e per trovare pregi, difetti, profumi e odori dell’altro.Durante la preistoria il bacio praticato per questo scopo serviva a trovare l’uomo o la donna meno odorosi, nonostante la coltre di peli che entrambi avevano. (non ci sono ricerche che evidenziano l’esistenza preistorica di estetiste)

Baciarsi salva rapporti, fa bene a tutti e da sempre. Continuiamolo a farlo, ma ricordiamoci che è sempre possibile Getting a Room for this!

Advertisements