“Happiness is an inside job”

Il settimo obiettivo per essere very successfull people è quello di vivere secondo proprie regole e di renderle chiaramente note agli altri. Regole preferibilmente etiche. Gli americani ci hanno scritto anche un libro, la carica dei 101 sull’etica (Ethics 101: What Every Leader Needs To Know).

In questi giorni di luglio e agosto in ufficio, in cui mi occupo in via straordinaria, di selezione di risorse umane, mi sto accorgendo, di colloquio in colloquio, quante siano in realtà le persone che mettono le questioni etiche nella scelta di un lavoro davanti ad altri fattori, venali ad esempio. Non ho la specializzazione per dire se sia una facciata o meno a dire il vero, ma da anni sono abituata a fidarmi delle mie prime impressioni.

Questo viaggetto di esplorazione delle attitudini degli altri sta in realtà diventando un bel momento introspettivo; una rifocalizzazione di cosa secondo me può essere giusto e ingiusto. Una sorta di guida per scelte che richiedono coraggio e che non sempre possono essere capite da tutti quelli che ti circondano.

Courage-Cat

Advertisements