Pesci al primo posto... esticazzi
Pesci al primo posto… esticazzi

La scorsa settimana è stata una delle migliori del 2013.  La miriade di piccoli eventi positivi successi mi ha decisamente ricaricato.

Domenica ho casualmente guardato l’oroscopo di Paolo Fox su Rai 2 “mezzogiorno in famiglia” – programmi di un certo spessore – e ho visto che il segno dei Pesci era al primo posto. Ho iniziato questa settimana con una carica mostruosa per arrivare ad oggi strisciante provando ancora a credere nei tre principali, miei sacrosanti punti:

UNO: Mai, ancora mai e poi mai dare per scontato che la sfiga è dietro l’angolo. Personalmente ho maturato da  ormai 20 anni la teoria (ampiamente brevettata e depositata con copyright) dei 2 giorni della sfiga che hanno una genesi più o meno così:

  • Iniziano blandi con qualche piccolo segnale di avvertimento, tipo ti dimentichi le chiavi di casa a casa, perdi la farfallina dell’orecchino, ti si rompe una tazza o un  bicchiere
  • Continuano più drammaticamente con eventi più invalidanti, tipo non parte il motorino, hai la ruota della bici a terra, piove e non funzionano i tergicristalli della macchina. Tutti eventi che ti confermano di essere ufficialmente nel bel mezzo dei giorni della sfiga 
  • A questo punto sai che la sfiga si protrarrà inesorabilmente per tutti i 2 giorni con strascichi anche nella mattinata del terzo giorno.
  • Non ti rimane altro che dire: 

 

SFIGA

DUE: “Ognuno  è artefice del proprio destino” citazione coltissima dal mio personalissimo film cult “Una donna in Carriera/Working Girl” 1988 di Mike Nichols lo stesso regista del Laureato per intenderci. Non parliamo di dilettanti ma di un film che dovrebbero vedere tutti quelli che entrano nel mondo del lavoro per fare qualsiasi tipo di mestiere dalle pulizie al manager. I manager se non altro per temere delle loro segretarie e capire che se ricoprono quella posizione oggi, forse domani potrebbero non esserci

mitici anni '80
mitici anni ’80

 

TRE: “La Felicità porta fortuna” cit. dal titolo del film “Happy go Lucky” di Mike Leigh noto regista di film di un’allegria disarmante (ricordo fra tutti “Segreti e Bugie” in cui le due protagoniste che ritrovano dopo un sacco di anni piangono senza sosta). Io l’ho verificato e il più delle volte funziona. Chiaramente non provateci nemmeno durante i due giorni della sfiga. E’ tempo perso.

Happy go Lucky

faccia da regista di film allegri
faccia da regista di film allegri
Advertisements